ContaKids

ContaKids

ContaKids è un attività che permette di condividere con il proprio bambino dei momenti speciali. Spesso con i nostri Figli non sappiamo cosa fare, oppure quale attività poter sviluppare Insieme! Ecco, ContaKids è... divertimento, spensieratezza, ma anche attimi di intimità e coccole. Un intesa magica, una bolla di stupore meravigliosa, vi trascinerà a condividere con i Vostri Figli del tempo con una qualità unica.

Altri Servizi

Spettacoli ed Eventi

La Direzione I.N. BALLET cura la parte Artistica di Eventi di diversa natura. Di consueto invece, con cadenza annuale, viene messo in scena in ambito Teatrale uno Spettacolo di Danza interamente dedicato ai suoi Allievi coinvolgendo tutte le Discipline di studio. Spesso ospiti di iniziative circoscritte al territorio Rhodense e dei Comuni limitrofi.

Lezioni Individuali

"E' l'Arte suprema dell'Insegnante: risvegliare la gioia della creatività e della conoscenza" (Albert Einstein). A volte occorre dedicarsi individualmente ad un Allievo per poter trasmettere meglio. La Lezione individuale può nascere da un esigenza, oppure sfruttando le possibilità che I.N. BALLET stessa offre ai propri Allievi. Ne sono un esempio le Borse di Studio che in diverse occasioni vengono assegnate, il fine è premiare e stimolare per un maggior rendimento.

Collaborazioni con Scuole Pubbliche e/o Private

Da molti anni la Direzione I.N.BALLET collabora con le Scuole del territorio: Scuole dell'Infanzia, Scuole Primarie, Scuole Secondarie di primo grado e di secondo grado. Realizzazione di progetti utili e personalizzati in base alla programmazione didattica in corso in collaborazione con il team di Insegnanti. All'interno dei progetti è sempre prevista l' Integrazione sociale in ambito motorio per i Disturbi Specifici dell'Apprendimento, Disabilità motoria, Disabilità intellettiva e Disturbi dello Spettro Autistico.



Direzione Artistica

Cura, Coordinazione, Organizzazione, Comunicazione, Redazione di Progetti.

Danzano, danzano e danzano, ma soprattutto il cuore gli sorride. Ballano e si trasformano in una melodia polifonica, senza alcuna inibizione. È questo quello che vidi e di cui mi incantai una sera d’estate del Giugno 2015. Chiunque in quell’istante al mio posto avrebbe voluto sentirsi come quel gruppo di ragazzi che ballavano. La curiosità è tale per cui l’inibizione e la timidezza vengono meno. Dietro all’affinità e alla sincronia di un gruppo di ballerini che forma una scuola multidisciplinare di danza c’è sempre una mente creativa che pone le fondamenta. Mi accingo ad osservare Ilenia Nobile, direttrice artistica di I.N. Ballet, durante una sua lezione. Si trova in mezzo alla sala, tutti i ragazzi la guardano con rispetto, stima e dedizione. Guardo dietro la sua scrivania: sono appesi al muro molti diplomi che attestano la sua carriera artistica, la sua formazione come insegnante, la quale risulta completa, variegata, eclettica e pluriforme. Tuttavia, questo non basta. L’insegnante deve sapersi mettere dalla parte degli allievi, entrare nella loro testa se occorre, e capire a cosa puntare per migliorarsi e per vivere nel benessere. Chi insegna danza li conosce i benefici di questa disciplina: rilassamento, svago, divertimento, ma, dalla danza si trae il significato di sacrificio, costanza, disciplina, rispetto e virtù. Chi insegna con passione lo sa che insegnare è il miglior modo per imparare e che le competenze sono fondamentali ingredienti, ma che quello più autentico e che proviene dalla viscere della pancia è essenziale affinché si possa trasmettere qualcosa che vada oltre la mera esecuzione di una coreografia. L’azzurro acceso delle pareti della sala dell’I.N. Ballet ammalia, rasserena e slancia. Le luci si accendono; entrano gli allievi. Non ce n’è neanche uno senza sorriso. Coloro che hanno finito la lezione si dirigono verso lo spogliatoio; si salutano tra loro, scherzano. Sono sudati, ma soddisfatti. Incontrano i compagni che sono appena arrivati e che stanno lasciando la borsa sulle panche, abbandonando insieme a quelle anche i pensieri della giornata: la scuola, il lavoro, i problemi d’amore, la famiglia, le preoccupazioni. Ci troviamo a cambio d’ora tra una lezione e l’altra. Mi fermo ad osservare la situazione; arresto il tempo e scorro in slow motion analizzando attentamente gli atteggiamenti degli allievi, ballerini chissà da quanto, forse un giorno, un mese, anni, una vita intera. Ognuno di loro è in perfetta sintonia, nonostante qualcuno sembri avere avuto una giornata difficile: chi è in anticipo e si sta scaldando perdendo lo sguardo come sono persi i suoi pensieri, c’e chi sta ripassando i passi, chi è attivo e saltella, chi si sdraia e rilassa i muscoli, chi si massaggia i piedi perché la sera i tacchi si fanno sentire, chi riconfigura le coreografie passate a mente, chi si sta ancora finendo di vestire, chi sistema i capelli, chi invece ride e scherza con i compagni ed è più svogliato, chi arriva in ritardo, chi ha dimenticato gli indumenti comodi per ballare. Parte la musica, la luce si spegne. Ognuno diventa congruente e assimilato alla sala, confluente nel pavimento che spesso diventa un fazzoletto enorme che raccoglie lacrime: emozioni di gioia o commozione o consapevolezza che solo una sala di danza che diventa casa puó dare. I.N. Ballet e la sua direzione artistica non sono solo una scuola di danza, ma un luogo in cui gli allievi vivono il benessere, apprendono valori ed evolvono attraverso varie tecniche multidisciplinari sempre in costante aggiornamento. I.N. Ballet non si limita alla lezione di danza, ma forma e plasma il corpo e la mente. I.N. Ballet porta equilibrio agli animi più inquieti, fa danzare, sognare, e riporta a casa.

Dottoressa e Allieva Corrina Perrone